Fonte: padovaoggi.it del 27/05/2022

Alcuni candidati nella lista di Alleanza per Padova hanno documentato lo stato del cimitero di Voltabarozzo a Padova e Minasola lancia un’invettiva

Erba alta, cespugli che ricoprono le tombe. La denuncia riguardante lo stato del cimitero di Voltabarozzo arriva dai candidati della lista Alleanza Padova.

Il cimitero

«Alcuni delegati di Alleanza per Padova si sono recati oggi (27 maggio, ndr) alle ore 15, nel Cimitero Nuovo di Voltabarozzo – dichiara Domenico Minasola, candidato sindaco con Alleanza per Padova – per documentare fotograficamente e per verificare lo stato di manutenzione a verde e la conseguente accoglienza dei visitatori, constatando una scandalosa incuria dell’area delle sepolture a terra. Moltissime croci erano superate, in altezza, da erbacce e cespugli mentre l’area a verde sembrava in stato di abbandono o scarsissima manutenzione.

La scerbatura deve essere una attività fondamentale poiché l’accoglienza dei parenti dei defunti – prosegue Minasola – non deve contribuire ad aumentare il dolore di genitori e figli o nipoti che vorrebbero porre mazzi di fiori, rivolgendosi alla croce ed alla foto del parente mancato senza significativi ostacoli erbacei.

A Voltabarozzo l’amministrazione comunale forse dimentica che il cimitero custodisce la memoria e l’amore di una collettività che merita maggiore rispetto. La natura, il verde e la cura di tali luoghi sono sinonimi di conciliazione per l’elaborazione del lutto, ma l’accoglienza e l’incuria del Cimitero Nuovo di Voltabarozzo, nell’area interessata, lascia immaginare un luogo distante da qualsiasi forma di ospitalità cristiana.

Si provveda con la massima urgenza e con il massimo rispetto verso vedove e parenti dei defunti – conclude – affinchè il verde di pertinenza di tombe e sepolture non resti in tale stato di irriverenza».

Altre News, Comunicati e Stampa...

Vedi tutti
  • Leggi tutto
  • Leggi tutto
  • Leggi tutto
  • Leggi tutto